Stato

Impara le lingue! Potrai odiare tutti senza confini

La gente fa schifo

Ho cominciato a pensarlo non troppo tempo dopo aver trovato lavoro come community manager, e ne sono sempre più convinta. Magari prese singolarmente le persone sono anche accettabili, a volte persino simpatiche, ma la gente tutta insieme, quella fa schifo.

Per chi non lo sapesse, un community manager è una persona che risponde ai messaggi e ai commenti ai post delle pagine social di un’azienda. Un po’ come i vecchi moderatori dei forum su internet. Il lavoro del futuro! Bellissimo! Sì, però no.

Tra i clienti che l’agenzia per cui lavoro ha affidato ad altre colleghe e a me c’è un marchio italiano molto conosciuto anche all’estero, con negozi fisici ed e-commerce in molti Paesi; uno da qualche milione di follower sui social. Siamo una squadra, ma ognuna di noi gestisce qualcosa da sola; in particolare, io mi occupo delle community di lingua italiana e spagnola. È un lavoro coi suoi alti e bassi, spesso e volentieri certe situazioni mi mandano fuori di testa, ma ammetto anche che un po’ (solo un po’) mi dispiacerebbe se mi fosse portato via. Questo mio articolo è però uno sfogo alla fine di tre settimane molto intense, culminate in cinque giorni di fuoco.

Il motivo dell’inferno vissuto negli ultimi giorni è la supposta manna dal cielo per tutti i commercianti, l’evento che a fine anno dovrebbe risollevare l’economia dando il via agli acquisti di Natale: il Black Friday. Tutto era cominciato bene: con un certo anticipo sul venerdì successivo al Thanksgiving, ai clienti del marchio è stata fatta una determinata offerta. Dopo un iniziale spaesamento, perché in pochi avevano capito che fosse davvero iniziato così presto, era tutto un taggare gli amici, mettersi d’accordo per andare insieme in negozio, postare le foto degli acquisti e ringraziare il marchio per la meravigliosa promozione. Il lavoro è stato tanto, abbiamo fatto gli straordinari per due weekend di fila ma le community erano entusiaste e il marchio, immagino, soddisfatto. Poi, lunedì, il sogno si è infranto.

Le prime avvisaglie si erano avute già a partire dal venerdì: siccome al mondo c’è anche gente normale che non immaginava che un giorno potesse durarne 9 (ah, i miracoli del marketing!), il giorno del Black Friday vero e proprio c’erano stati molti accessi al sito del marchio e qualcuno aveva avuto delle difficoltà a completare gli acquisti, ma tutto era tornato alla normalità nel giro di una mezz’ora. Phew! Ma siccome del superfluo non siamo mai stanchi, subito dopo il Black Friday è arrivato il Cyber Monday, che come potrete intuire è dedicato esclusivamente alle promozioni online. Il risultato? Una valanga di accessi e, naturalmente, patatrac! Sito inagibile praticamente per l’intera giornata.

Io non capisco come la gente che spende i soldi abbia così tanto tempo da perdere, a maggior ragione di lunedì. Voglio dire: se c’hai i soldi da buttare, in teoria, è perché un certo numero di ore le passi a lavorare… Invece, nel mio piccolo mondo social, a quanto pare quel giorno sono stati tutti online a tentare invano di concludere un acquisto.

Scandaloso!

Truffatori!

Verogognatevi!

L’avete fatto apposta!

Fatemi capire… ma in che senso? Nel senso che il marchio fa sconti e promozioni tutto l’anno, però su quella di lunedì ha cambiato idea all’ultimo? Ah, va bene, se lo dite voi vecchi volponi, toccherà credervi.

Centinaia e centinaia di commenti e messaggi hanno cominciato ad accumularsi in ogni dove, talmente tanti da non riuscire a starci dietro: segnalazioni dei malfunzionamenti (uh grazie, non ce n’eravamo mica accorti); gente che si lamentava perché dopo ore e ore di tentativi non era riuscita a ordinare; angoscia (cit.) per la non immediata ricezione dell’e-mail di conferma dell’ordine; insulti e maledizioni come se piovesse. Tra tutti quelli che hanno scritto (ci arriviamo fra poco), solo una persona ha fatto notare che, insomma, non è che alla gente fosse stato tolto il pane; tra l’altro, questa persona il suo ordine l’ha completato senza problemi: ce l’avete presente il karma?

Volete sapere, solo nelle “mie” community, quante conversazioni ho smaltito (termine usato non a caso) nei passati 5 giorni? Quasi 1100. E non si tratta di una semplice somma di commenti ai post e messaggi privati ricevuti. 1100 sono state: le volte in cui qualcuno ha commentato uno dei tanti post, e poi qualcun altro ha condiviso la sua sventura in risposta al suo commento, e hanno cominciato a discutere della vergognosa situazione cui erano costretti per l’inadeguatezza del sito e di tutti quelli che lavorano per il marchio; sommate alle volte in cui qualcuno ha inviato il suo primo messaggio privato, per poi lamentarsi della risposta ricevuta, e volere nuove rassicurazioni, ed esigere una risposta personalizzata per un problema uguale per tutti e poi ancora nuove spiegazioni. Tante persone hanno commentato tutti i post che hanno trovato con la stessa frase, inviata nel dubbio anche via messaggio privato, lamentandosi poi del ritardo nel ricevere un riscontro. Per-niente-amici miei, per rispondervi vi devo prima leggere, e se mi rallentate di due, tre, quattro, cinque, enne volte il lavoro, di chi è la colpa di una così lunga, estenuante attesa? Siete pure fessi.

Solitamente rispondiamo ad ogni singolo commento o messaggio, anche solo con un like, e i follower più attenti col tempo se ne sono accorti. Stavolta, spero non se la prendano, io ho dato priorità e ho effettivamente risposto solo a chi aveva davvero bisogno di assistenza. E non avete idea degli insulti ricevuti online…

Fate schifo!

Bella professionalità del c*zz*!

‘Tacci tua!

Ma perché, mo che t’hanno fatto i morti miei?

… e offline, da signore sul tram che mi vedevano fissa sullo smartphone e pensavano di avere davanti una drogata che non riesce a staccarsene.

Ho inviato un cuoricino giallo (loro non lo sanno, ma è il mio personale segno di gratitudine) alle persone che hanno espresso solidarietà per la valanga di messaggi ricevuti o hanno scritto una parola gentile. Per chi se lo stesse chiedendo, si contano sulle dita di una mano.

A tutte le altre vorrei dire, sempre per la legge del karma di cui sopra, che sicuramente avrò fatto qualcosa anch’io per meritarmi loro, ma è anche vero che lo scorso weekend senza essere abbonata a nessun servizio premium né aver pagato alcuna spesa di spedizione extra per ricevere subito la merce, ho fatto sei ordini e quattro mi sono già arrivati molto prima del previsto. Quando avete problemi con un ordine, o anche se siete semplicemente annoiati, prima di precipitarvi a insultare sui social, fatevi un esame di coscienza. Str*nz*.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.